buzzoole code

martedì 16 settembre 2014

"Papà": Il primo cortometraggio Wind...Laddove la tecnologia non può arrivare!

Ciao amici, oggi voglio condividere con voi un bellissimo video, un vero e proprio concentrato di emozioni che non potete assolutamente perdervi!

Si tratta del primo cortometraggio di Wind, attraverso il quale lancia un messaggio forte e chiaro...Comunicare con il cuore!


In un momento di quiete tra i diversi operatori telefonici, intenti a "combattere" le loro battaglie tariffarie, Wind ha pensato di distinguersi, accantonando per un attimo ogni interesse economico, fatto di offerte, servizi e pacchetti vari, prediligendo la parte "umana", quella fatta di valori e sentimenti reali, questo per sentirsi ancora più vicina ai propri clienti, in quanto persone, e ai loro sentimenti.

Negli ultimi anni, la tecnologia è entrata a far parte in maniera prepotente nelle nostre vite e seppur ci abbia dato modo di accorciare le distanze e di farci sentire più vicini alle persone care, comunicando con esse facilmente e velocemente attraverso un clic, è giusto sottolineare e ribadire che tuttavia ha dei limiti che mai potrà superare, poichè in alcuni momenti ed in determinate occasioni tutti gli esseri umani avranno sempre il desiderio, ma, soprattutto, l'esigenza di comunicare guardandosi negli occhi.

Consapevole di questa esigenza Wind, da vero leader, che non ha paura di affrontare un tema vero e per certi versi controverso, tra l'altro, di grande attualità, affrontato in diversi dibattiti, ha scelto per la sua quarta campagna istituzionale di lanciare un messaggio attraverso un cortometraggio della durata di 4,05 minuti, raccontando una storia che parla di comunicazione e di vicinanza.

Il film dal titolo "Papà", destinato esclusivamente al pubblico del web e dei social network, racconta la storia di un giovane uomo che, spinto dal desiderio di comunicare con il padre che non vede da tempo, viene travolto dai ricordi del passato e si ritrova a rivivere i momenti vissuti insieme a lui, a partire da quelli spensierati e giocosi dell'infanzia, fino ad arrivare a quelli di scontro e di litigi dell'adolescenza; a quel punto decide di mettersi in viaggio per incontrare il padre e per tornare sui luoghi della sua infanzia ed adolescenza.











Le immagini del film sono accompagnate dal suggestivo brano "To build a home" del gruppo musicale britannico The Cinematic Orchestra, la regia è di Giuseppe Capotondi, uno dei più grandi registi pubblicitari italiani, la creatività è di Ogilvy&Mather, mentre la produzione è a cura di Mercurio Cinematografica.


Il messaggio che Wind lancia è forte e non possiamo essere che d'accordo: A volte, per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto, seppur potente non potrà mai sostituire il calore di un abbraccio, l'emozione di uno sguardo o quello che si prova nello sfiorarsi!

Personalmente ho pianto dall'emozione dalla prima nota all'ultimo fotogramma perchè, anche se il messaggio della comunicazione e della vicinanza vale per tutti i tipi di rapporti umani, la storia del cortometraggio mi ha toccato in prima persona, visto che i miei genitori vivono da tutt'altra parte dell'Italia; purtroppo non posso dire di aver avuto lo stesso tipo di rapporto che il protagonista del film ha con suo padre, ma è anche vero che la distanza dalle persone care mi ha permesso di capire quanto erano davvero significativi quei piccoli gesti o comportamenti dei quali prima non capivo il senso o che non reputavo importanti.

E adesso mettete da parte i vostri dispositivi tecnologici e date via alle emozioni!!!

Un bacio

by Giò...





Posta un commento